fetomo .com


Honorrea maschile: sintomi, terapia

Honorrea maschile: sintomi, terapia

La gonorrea (o blenorragia) è una malattia a trasmissione sessuale che colpisce sia uomini che donne sessualmente attivi, nello specifico le categorie interessate sono adolescenti e giovani adulti di età compresa tra i 18 e i 30 anni. La gonorrea è causata dal batterio Neisseria Gonorrhoeae, da cui prende il nome, e rappresenta l’infezione sessuale batterica più diffusa in Europa, seconda solo alla Clamidia trachomatis. I sintomi della gonorrea si manifestano in modo spesso poco evidente ed è facile che questa malattia non venga tempestivamente diagnosticata e curata in modo adeguato.

La gonorrea se non curata correttamente, infatti, può comportare rischi seri per la salute provocando sterilità o estendendosi alle articolazioni e alle ossa. La cura della gonorrea prevede il ricorso ad un ciclo di antibiotici, quali la Cefixima e l’Azitromicina, entrambi farmaci da prescrizione contenuti nel Gonorrea Kit, che è possibile acquistare online su Fetomo.com dopo aver effettuato una breve consultazione medica, al fine di scegliere il trattamento più indicato alle proprie esigenze.

Quali sono i sintomi della gonorrea?

I sintomi della gonorrea molto spesso sono silenti e risulta difficile trattare questa infezione tempestivamente. Quando sono evidenti, i sintomi della gonorrea, si manifestano dai 2 ai 7 giorni dopo il contagio sessuale e si presentano maggiormente in individui di sesso maschile. Sia in individui di sesso maschile che femminile, in presenza di rapporti sessuali anali, i sintomi della gonorrea comportano dolore rettale, specialmente quando si sta defecando, e l’infezione può estendersi anche alla gola con conseguenza come lai faringite.

Negli uomini i sintomi della gonorrea si presentano sotto forma di emissioni dense e purulente di colore verde-giallastro a livello dell'uretra accompagnate da bruciore e dolore durante la minzione. I sintomi della gonorrea prevedono anche l'infiammazione dell'epididimo e dolore ai testicoli, con la possibilità che questi si ingrossino. Inoltre vi è il rischio che l'infezione si estenda anche alla prostata e in questo caso il passaggio dell'urina viene impedito, anche se in modo parziale.

Nelle donne i sintomi della gonorrea sono spesso assenti o comunque poco evidenti e quando si manifestano comportano in generale: perdite biancastre (leucorrea) o altre infiammazioni locali come una cistite, dolori addominali e pelvici, minzione dolorosa, sanguinamento vaginale intermestruale. Inoltre la gonorrea, in donne soprattutto di giovane età, può riguardare oltre l’uretra, anche la vulva, la vagina e la cervice uterina.

Quali sono le cause della gonorrea?

La gonorrea è causata dal batterio Neisseria Gonorrhoeae che all'esame con il microscopio si presenta caratterizzato dalla forma a "chicco di caffè". Il batterio patogeno della gonorrea risulta molto sensibile agli agenti chimico-fisici, proprio per questo motivo il suo habitat naturale si riduce alle mucose umane. La gonorrea è una malattia a trasmissione sessuale e il contagio avviene quindi tramite rapporti sessuali vaginali, orali e anali non protetti.

Al fine di prevenire il contagio della gonorrea e di altre malattie sessualmente trasmissibili è importante evitare rapporti non protetti utilizzando il preservativo che è l’unica arma davvero efficace e sicura contro il rischio di contrarre infezioni sessuali. Inoltre le donne in stato di gravidanza affette da gonorrea possono trasmettere l’infezione al feto, nonostante la malattia non presenti sintomi evidenti.

Quali sono i rischi della gonorrea?

I sintomi della gonorrea sono spesso poco evidenti ma è importante che questa malattia venga diagnosticata e curata tempestivamente poiché i rischi di una gonorrea non trattata adeguatamente sono alti. Sia negli uomini che nelle donne la gonorrea non curata può diffondersi nella circolazione sanguigna generale estendendo l’infezione ad altre zone del copro come le ossa e le articolazioni provocando artrite, alla pelle provocando rash cutanei, e persino al cuore e al fegato portando nei casi più gravi anche alla morte.

Negli uomini la gonorrea non diagnosticata può causare diverse complicazioni come prostatite, cistite e in casi limite, restringimento dell’uretra accompagnata da esiti cicatriziali che rendono difficile e dolorosa la minzione. Inoltre nei pazienti di sesso maschile affetti da gonorrea non curata, può causare un’infiammazione dell’epididimo, la quale può avere come conseguenza la sterilità.

Nelle donne la gonorrea non trattata, dalla zona vaginale può diffondersi verso l’alto arrivando ad interessare anche l’utero e causando un’infiammazione cronica delle pelvi, ovvero un’infezione delle tube di Falloppio, dell’utero o delle ovaie e in alcuni casi degenerare in un’occlusione delle tube di Falloppio che ha come conseguenza l’infertilità. Le donne in stato di gravidanza affette da gonorrea, trasmettono al feto l’infezione durante la gestazione o il contagio può avvenire durante il parto. In ogni caso il neonato potrà avere problemi agli occhi, come la congiuntivite che, se non curata tempestivamente può portare alla cecità.

Esiste una cura della gonorrea?

La cura della gonorrea prevede un trattamento con due tipi di antibiotici, la Cefixima e l’Azitromicina, contenuti nel pratico Gonorrea Kit. Nella grande maggioranza dei casi per la cura della gonorrea è sufficiente un’unica somministrazione di due compresse di Cefixima da 200mg e di 2 compresse di Azitromicina da 500mg. Entrambi i farmaci sono estremamente efficaci e permettono di debellare completamente l’infezione. Si consiglia di continuare ad assumere i farmaci contenuti nel Gonorrea Kit fino alla fine della cura prevista anche se i sintomi della gonorrea dovessero scomparire nel corso del trattamento antibiotico.

I trattamenti per la cura delle gonorrea sono disponibili su Fetomo.com, basterà avviare una breve consultazione online, per scegliere il trattamento per la cura della gonorrea più indicato alla propria persona, ed attendere la valutazione medica necessaria a sfatare possibili controindicazioni ai farmaci prescelti.